La cottura dei legumi

  • Lavare accuratamente il legume,
  • La cottura deve essere preceduta da un periodo di ammollo variabile dalle 6 alle 12 ore secondo il tipo di legume,
  • In ammollo va inserito un pezzetto di alga KOMBU; questa pratica serve a rendere il legume digeribile ed è necessaria,
  • Durante l’ammollo cambiare l’acqua due o tre volte mantenendo l’alga usata in partenza,
  • Terminato l’ammollo vuotare l’acqua,
  • Mettere il legume nella pentola con l’acqua fredda, il rapporto legume/acqua in volume è di 1/3,
  • Inserire anche l’alga kombu usata per l’ammollo,
  • Durante la cottura, soprattutto nella parte finale, verificare che l’acqua sia sufficiente,
  • Al termine della cottura, se rimane acqua e non volete fare una zuppa, gettatela.
  • L’unica acqua che può essere bevuta è quella che deriva dalla cottura dei faglioli AZUKI. In questo caso possiamo usare più acqua per la cottura. Si tratta di un alimento che ha la proprietà di rafforzare la funzione renale.
  • Piuttosto che non consumare legumi va bene anche usare i legumi in vetro o tetrapak (non in lattina!).