Aneser di Novi – Le proteine nella nutrizione

Quale ruolo giocano le proteine nella nostra nutrizione?

Parleremo degli alimenti che apportano proteine e delle possibili scelte: carne, pesce, legumi, derivati dei legumi (seitan, tofu, tempeh).

Vedremo insieme come cucinare adeguatamente i legumi per non avere gonfiori di pancia.

Scopriremo come sono fatti alcuni alimenti nuovi come il tofu e come cucinarli.

Azuki e miglio

Oggi ho preparato il miglio con gli azuki! Un cereale e un legume insieme, piatto equilibrato dal punto di vista dell’indice glicemico e privo di glutine.

Questo piatto rilassa fegato e pancreas e rafforza i reni.

Ingredienti:

  • una tazza di miglio
  • una mezza tazza di azuki
  • alga kombu
  • miso di riso

Cuocete a parte i legumi secondo il metodo di cottura indicato nell’apposita scheda di questo sito. Trattandosi di azuki possiamo conservare l’acqua di cottura e utilizzarla per cuocere il miglio.

Lessare il miglio con 2 volte in volume di liquido (il brodo di cottura degli azuki miscelato ad acqua) senza aggiungere sale. Mettere nella pentola anche la stessa alga kombu di cottura del legume e i fagioli azuki.

Terminata la cottura del miglio lasciare raffreddare al di sotto dei 50°C e aggiungere un cucchiaino di miso di riso, conferirà sapidità e ci fornirà un valido aiuto nel mantenere la nostra eubiosi intestinale.

 

 

 

Zuccheri, proteine e grassi di buona qualità

Stasera ci siamo ritrovati in un bel gruppo presso la casa dello sport “Tina Zuccoli” a Rovereto sulla Secchia per discutere insieme degli alimenti di buona qualità. E’ stato molto bello fare in libertà con le persone che hanno partecipato alcune considerazioni sulla nostra alimentazione e sulle possibilità che ci sono per migliorarla, ovvero per renderla più naturale ed aderente alla nostra natura.

Grazie a tutti i partecipanti che hanno portato il loro contributo rendendo la discussione viva e proficua oltre che divertente e leggera!

Grazie a Giorgio Andreoli, super cuoco, per avermi ospitato a cena con tutto il gruppo che seguiva il suo corso di cucina!!!

La cottura dei legumi

  • Lavare accuratamente il legume,
  • La cottura deve essere preceduta da un periodo di ammollo variabile dalle 6 alle 12 ore secondo il tipo di legume,
  • In ammollo va inserito un pezzetto di alga KOMBU; questa pratica serve a rendere il legume digeribile ed è necessaria,
  • Durante l’ammollo cambiare l’acqua due o tre volte mantenendo l’alga usata in partenza,
  • Terminato l’ammollo vuotare l’acqua,
  • Mettere il legume nella pentola con l’acqua fredda, il rapporto legume/acqua in volume è di 1/3,
  • Inserire anche l’alga kombu usata per l’ammollo,
  • Durante la cottura, soprattutto nella parte finale, verificare che l’acqua sia sufficiente,
  • Al termine della cottura, se rimane acqua e non volete fare una zuppa, gettatela.
  • L’unica acqua che può essere bevuta è quella che deriva dalla cottura dei faglioli AZUKI. In questo caso possiamo usare più acqua per la cottura. Si tratta di un alimento che ha la proprietà di rafforzare la funzione renale.
  • Piuttosto che non consumare legumi va bene anche usare i legumi in vetro o tetrapak (non in lattina!).

Cecina

Con gli amici questa estate abbiamo fatto più volte scorpacciate di cecina… che buona!

  • 300 gr di farina di ceci
  • 900 gr di acqua
  • 50 gr di olio evo
  • due-tre porri
  • sale marino integrale
  • rosmarino

Mischiare pian piano la farina all’acqua ed aggiungere l’olio: fate attenzione ai grumi…

In una pentola fate appassire il porro con poco olio ed una volta raffreddato aggiungetelo al composto di farina-acqua-olio.

Aggiungete sale e rosmarino e lasciate riposare l’impasto per almeno un paio di ore.

Cuocere in forno a 200°C dopo aver bene rimescolato l’impasto e averlo steso in una teglia. La durata della cottura dipende molto dalla superficie della teglia prescelta. La quantità della ricetta è adatta alle dimensioni di una placca da forno e per ottenere una cecina di mezzo centrimetro di spessore.

A fine cottura, spruzzare un poco di olio sulla cecina così che diventerà bella rosolata e croccantina!

Potete usare la cecina per soddisfare l’apporto proteico della giornata: la compsizione base è il cece, un ottimo legume; si consuma sia calda che fredda e si mantiene un paio di giorni in frigorifero. E’ ottima con a fianco delle verdure amare saltate o con i radicchi crudi.

Quinoa con lenticchie

Un ottimo piatto bilanciato

La quinoa con lenticchie è un piatto ben bilanciato perché all’apporto di carboidrati (la quinoa è uno pseudocereale) unisce le proteine nobili dei legumi (lenticchie).

Ingredienti:

4 cucchiai di quinoa

4 cucchiai di lenticchie rosse decorticate

1 porro

olio extravergine di oliva spremuto a freddo

pepe

Cuocere la quinoa e le lenticchie in acqua leggermente salata con sale marino integrale.

In una padella fare soffriggere piano un porro con l’olio; aggiungere la quinoa e le lenticchie lessate e saltare a fiamma vivace per poco.

Buon appetito!

 

♥ completamente vegetale

♥ adatta ai celiaci