Azuki e miglio

Oggi ho preparato il miglio con gli azuki! Un cereale e un legume insieme, piatto equilibrato dal punto di vista dell’indice glicemico e privo di glutine.

Questo piatto rilassa fegato e pancreas e rafforza i reni.

Ingredienti:

  • una tazza di miglio
  • una mezza tazza di azuki
  • alga kombu
  • miso di riso

Cuocete a parte i legumi secondo il metodo di cottura indicato nell’apposita scheda di questo sito. Trattandosi di azuki possiamo conservare l’acqua di cottura e utilizzarla per cuocere il miglio.

Lessare il miglio con 2 volte in volume di liquido (il brodo di cottura degli azuki miscelato ad acqua) senza aggiungere sale. Mettere nella pentola anche la stessa alga kombu di cottura del legume e i fagioli azuki.

Terminata la cottura del miglio lasciare raffreddare al di sotto dei 50°C e aggiungere un cucchiaino di miso di riso, conferirà sapidità e ci fornirà un valido aiuto nel mantenere la nostra eubiosi intestinale.

 

 

 

Cecina

Con gli amici questa estate abbiamo fatto più volte scorpacciate di cecina… che buona!

  • 300 gr di farina di ceci
  • 900 gr di acqua
  • 50 gr di olio evo
  • due-tre porri
  • sale marino integrale
  • rosmarino

Mischiare pian piano la farina all’acqua ed aggiungere l’olio: fate attenzione ai grumi…

In una pentola fate appassire il porro con poco olio ed una volta raffreddato aggiungetelo al composto di farina-acqua-olio.

Aggiungete sale e rosmarino e lasciate riposare l’impasto per almeno un paio di ore.

Cuocere in forno a 200°C dopo aver bene rimescolato l’impasto e averlo steso in una teglia. La durata della cottura dipende molto dalla superficie della teglia prescelta. La quantità della ricetta è adatta alle dimensioni di una placca da forno e per ottenere una cecina di mezzo centrimetro di spessore.

A fine cottura, spruzzare un poco di olio sulla cecina così che diventerà bella rosolata e croccantina!

Potete usare la cecina per soddisfare l’apporto proteico della giornata: la compsizione base è il cece, un ottimo legume; si consuma sia calda che fredda e si mantiene un paio di giorni in frigorifero. E’ ottima con a fianco delle verdure amare saltate o con i radicchi crudi.

Polpette di miglio

Per 16-18 polpette di miglio:

-150 gr di miglio biologico

-1/2 cipolla o porro

-1 cucchiaino di curcuma

-buccia grattugiata di 1/2 limone bio

-1-2 cucchiai di pangrattato

-sale, pepe

-olio extravergine di oliva

Sciacquate bene il miglio in acqua corrente in modo da eliminare tutte le impurità, quindi lessatelo in abbondante acqua salata bollente, seguendo le indicazioni riportate sulla confezione… di solito servono circa 20 minuti di cottura.

Trascorso il tempo, scolate il miglio e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo, mondate e tritate finemente la cipolla, e fateli stufare in padella con poco olio evo e un pizzico di sale, finché non si saranno ammorbiditi.

In una ciotola mescolate il miglio con la cipolla, aggiustate di sale e aggiungete la curcuma, la buccia di limone e un paio di cucchiai di pangrattato. Miscelate bene in modo da avere un composto omogeneo e abbastanza sodo. Lasciate riposare l’impasto delle polpette di miglio in frigorifero per circa mezz’ora, in modo che si compatti e si insaporisca.

Togliete dal frigo e formate delle palline della stessa grandezza. Schiacciatele delicatamente e posizionatele su una teglia foderata di carta forno e spennellata con un filo di olio evo. Se volete renderle più dorate, potete ungerle anche in superficie.

Fate cuocere le polpette di miglio in forno ventilato a 180° per circa 20 minuti, girandole a metà cottura. Si possono cuocere anche in padella con poco olio di oliva extravergine.

Sono ottime!!! Una buona variante autunnale prevede di incorporare nell’impasto della zucca precedentemente cotta. Miglio e zucca è un piatto molto equilibrato e pulisce molto bene l’intestino.

Seitan alle mandorle

Non sono un’appassionata di Seitan… però ogni tanto permette di fare delle buone preparazioni! …anche un pò sfiziose…

Prendete un panetto di seitan e una uguale quantità di mandorle e frullateli a pezzettini.

In una padella fate rosolare lo scalogno tritato fine in olio extravergine di oliva e, terminata la rosolatura, mettete a rosolare anche lo spezzatino fine di seitan e mandorle.

Aggiungete salsa di soia per regolare la sapidità.

Potete servirlo caldo o tiepido in un bel buffet vegetale, di quelli dove si spizzica di tutto un pò.

Ricordate che il seitan è per lo più costituito da glutine e che pertanto non va assunto se siete intolleranti a questa sostanza nè tantomento soffrite di celiachia. Consumatelo comunque con moderazione in quanto è un prodotto ottenuto da una lunga lavorazione della farina bianca dalla quale viene lavato progressivamente l’amido: anche se la vostra alimentazione è completamente vegetale i legumi possono fornirvi il necessario contributo proteico senza ricorrere all’ingestione massiccia di glutine (che poi va a impastare i villi intestinali e ci ritroviamo con un brutto maleassorbimento!).

 

Insalatona fresca e golosa

Fa caldo… :+)… vai con l’insalatone!!!

Ingredienti:

Insalata croccante

Peperoni

Semi di girasole

Uvetta appassita

Pane integrale di farro

Scorza di limone non trattato

Olio extravergine di oliva, salsa tamari, pepe nero

Mettete in ammollo l’uvetta per 15 minuti in acqua tiepida.

In una pentola riscaldate dell’olio extravergine di oliva spremuto a freddo, la scorza di limone (qualche scaglia), e del pepe nero. Tagliate il pane a cubetti e rosolatelo a fuoco vivo per renderlo croccante.

Tolto il pane dalla pentola aggiungete la salsa tamari e tostate i semi di girasole.

Strizzate l’uvetta asciugandola dall’acqua in eccesso.

Pulite l’insalata e i peperoni, tagliate tutto a listarelle.

Mischiate in una ciotolone l’insalata, i peperoni, i semi di girasole, l’uvetta e condite con poco olio extravergine di oliva spremuto a freddo.

Questa insalata è fresca ma nutriente: l’insalata e i peperoni apportano acqua e vitamine, i semi di girasole apportano proteine così come anche in misura minore il pane integrale. Vi sono inoltre tanti sapori e consistenze che rendono il gusto tondo: l’agro croccante della verdura, il dolce morbido dell’uvetta, il salato croccante dei semi di girasole tostati nella salsa tamari, il croccante pepato e balsamico dei cubetti di pane passati nell’olio con pepe e buccia di limone.

Slurpppp!!! Buon appettito!

 

♥ Completamente vegetale

♥ Adatto ai celiaci (se il pane al farro viene sostituito con pane al riso)

SE REALIZZATE IL VOSTRO PIATTO E VOLETE INVIARMI LA FOTO CONTATTATEMI IN PRIVATO SU FB OPPURE INVIATE A info@elisasemeghini.it E LO PUBBLICHERO’ SULLA MIA PAGINA FB

Maionese ai pomodori secchi

Maionese vegetale molto buonaaaaaa…

Ingredienti:

100 ml di latte di soia

200 ml di olio di semi di girasole deodorato

10 pomodori secchi

aceto di mele, sale marino integrale

In un recipiente stretto e profondo versate il latte e l’olio; frullate con il minipimer e vedrete la maionese montare in un attimo. Assaggiatela ora… ha il gusto tipico del latte di soia che con l’aggiunta dell’olio di girasole risulta ancora più dolce… mahh non è incoraggiante…

Aggiungete i pomodori secchi e frullate ben bene, fa niente se restano alcuni pezzetti, sono piacevoli da gustare.

Aggiustate di sale e aceto (più o meno due cucchiaini di aceto, secondo il vostro gusto).

Potete presentarla come alternativa in un bel buffet, non dite a nessuno com’è fatta (magari qualcuno diffida di queste manie vagane e non l’assaggia) e gustatevi l’effetto sorpresa! …come si mangia? spalmata sul pane come l’altra maionese! oppure, come fa qualcuno, sulle gallette di riso…

Si conserva qualche giorno in frigorifero in un contenitore ben chiuso.

Che dire dal punto di vista nutrizionale della maionese preparata con il latte di soia? Consiglio di mangiarla saltuariamente per alcuni motivi: è molto molto impegnativa per il nostro corpo data l’elevata quantità di olio, inoltre la soia è comunque un alimento da assumere con cautela perché in genere geneticamente modificata e in quanto contiene fitoestrogeni che non a tutte/tutti fanno benone.

 

♥ Completamente vegetale

♥ Adatto per celiaci

 

SE REALIZZATE IL VOSTRO PIATTO E VOLETE INVIARMI LA FOTO CONTATTATEMI IN PRIVATO SU FB OPPURE INVIATE A info@elisasemeghini.it E LO PUBBLICHERO’ SULLA MIA PAGINA FB